Salta al contenuto
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Blog Blog

Volatilità del mercato azionario, significato e soluzioni per affrontare al meglio l'oscillazione dei titoli

Volatilità del mercato azionario, significato e soluzioni per affrontare al meglio l'oscillazione dei titoli

Il concetto di volatilità del mercato azionario è un aspetto fondamentale per comprendere le logiche di oscillazione dei titoli finanziari e riuscire ad affrontare in maniera vincente la variabilità che caratterizza tutto il mondo degli investimenti

La volatilità è un concetto fondamentale quando si parla del mercato azionario. In questo contesto il termine serve per misurare l’intensità delle variazioni subite da un titolo in un determinato periodo di tempo. La volatilità serve quindi per dare un valore all’oscillazione del proprio portafoglio di investimenti, ed è quindi uno strumento molto utile nella valutazione dei rischi. Questo concetto viene espresso in percentuale, e concretizza la distanza usuale del prezzo di un titolo rispetto al suo valore medio. La volatilità è parte integrante di qualsiasi investimento, e per questo è bene imparare alcune tecniche per non farsi cogliere impreparati di fronte alle continue oscillazioni del mercato azionario.

 

Volatilità del mercato azionario, che cos’è

Il concetto di volatilità viene associato alle variazioni dei titoli azionari. Un titolo cioè che ha una percentuale di volatilità molto elevata porta in parte ad esporsi e rischiare di più: per mantenere quindi un tale asset di investimento per un lungo periodo di tempo sarà necessario essere preparati ad affrontare un andamento più scostante e altalenante. Esistono due tipologie di volatilità:

- volatilità storica, che rappresenta un indicatore molto utile quando si fanno comparazioni rispetto a performance passate di uno stesso titolo;

- volatilità attesa, che aiuta a fare previsioni verosimili su quale sarà l’oscillazione futura di uno strumento finanziario.

La volatilità è un concetto quindi che ogni investitore deve tener presente quando decide di far fruttare i propri risparmi. Le oscillazioni del mercato finanziario sono infatti degli elementi caratterizzanti di questo sistema, e, per affrontarle serenamente, è bene avere una strategia chiara con obiettivi definiti e che preveda una corretta diversificazione degli investimenti. Lasciarsi prendere dall’emotività e dalla frenesia quando il mercato azionario sale o scende non è una tecnica efficace per compiere scelte sensate e che portino ai risultati sperati. Non bisogna quindi farsi cogliere impreparati di fronte alle oscillazioni del mercato, ma trovare metodi e soluzioni efficaci che permettano di garantire la solidità del proprio portafoglio di investimenti.

 

Volatilità, i consigli per affrontarla

Considerato che la volatilità è un elemento costitutivo e fondamentale del mercato azionario, che deve affrontare diverse fasi legate a questo concetto, bisogna definire degli strumenti e dei metodi per affrontare questo tema con tranquillità. La volatilità dei titoli finanziari può essere una buona opportunità di acquisto: un titolo che perde di valore può essere un buon asset su cui investire se questa mossa rientra nella propria strategia finanziaria. Investire nel mercato azionario poi, se si ragiona sul lungo termine, può essere una soluzione vincente e che porta a dei buoni risultati. Non bisogna quindi farsi prendere dallo sconforto quando il mercato va in down, ma rimanere lucidi e ragionare sempre in prospettiva.

La volatilità deve anche portare l’investitore a rendersi conto che prevedere il momento migliore in cui uscire o rientrare nell’investimento è un’operazione praticamente impossibile. Meglio affrontare quindi il “problema” dell’oscillazione del mercato azionario attraverso la diversificazione del proprio portafoglio, di modo che il patrimonio non venga mai del tutto intaccato. Inoltre:

- gli investimenti continui e ragionati aiutano ad aumentare i rendimenti anche in periodi di calo;

- la propensione al rischio è un altro fattore da valutare attentamente quando si parla di volatilità, perché questo concetto è strettamente correlato anche con la volontà o meno dell’investitore di lanciarsi nell’acquisto di titoli;

- non bisogna lasciarsi troppo influenzare dal sentiment del mercato azionario. Il proprio portafoglio di investimenti non deve essere controllato in maniera ossessiva ogni volta che i titoli su cui si sono messi a frutto i propri risparmi scendono. Lo psicologo Richard Thaler sosteneva infatti che i portafogli controllati di meno, erano quelli che rendevano di più, proprio per via degli errori che si evitavano di commettere grazie a un controllo non ossessivo dell’andamento dei titoli finanziari.

Commenti
Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

"I miei interessi" è il blog di Conto Facto. 

In questo spazio racconteremo storie di persone che hanno creato valore mettendo i loro interessi al centro della loro vita.

Parleremo anche di attualità, di futuro, di come star bene, come migliorare la qualità della vita, come dare spazio a interessi e passioni.

Buona Lettura!

 

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web