Salta al contenuto
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Blog Blog

Lo "schema Ponzi" e altre truffe celebri

Lo "schema Ponzi" e altre truffe celebri

Il nostro immaginario è costellato di “signori della truffa”, figure di eroi/anti-eroi ingegnosi, affascinanti e spregiudicati, spesso ispirate a personaggi realmente esistiti che con i loro raggiri hanno mandato in rovina migliaia di risparmiatori.

“Lupi” di Wall Street a parte, la storia è piena di episodi di frodi su larga scala ai danni dei risparmiatori che, ingannati dalla promessa di profitti, hanno messo i loro patrimoni nelle mani di persone che si sono arricchite a loro spese. Grandi truffe che hanno generato non solo disagi psicologici alle persone coinvolte, ma anche malessere economico diffuso e soprattutto sfiducia nel funzionamento del sistema finanziario. Ma come proteggere i risparmi personali dalle tante forme di truffa esistenti?

Le diverse tipologie di frodi finanziarie

Le tecniche per truffare i risparmiatori sono tante e di tanti tipi, innanzitutto è bene conoscere le principali: 

  • Le attività online abusive di offerta di contratti finanziari consistenti con promessa di rendimento “garantito” e certezza della restituzione del capitale;
  • I comportamenti di soggetti non autorizzati che carpiscono la fiducia dei risparmiatori suggerendo strategie d’investimento di pura fantasia con prospettive di alti guadagni, in tempi brevi e senza rischi;
  • Il marketing aggressivo che induce lo scambio di moneta a corso legale contro pseudo-attività finanziarie non regolate;
  • I comportamenti opportunistici di intermediari che raccomandano a clienti non esperti e con bassa tolleranza al rischio, prodotti o contratti finanziari ad alto rischio solo per incassare alte commissioni.

Mai sentito parlare dello schema Ponzi?

Una tecnica molto nota e, per così dire, “collaudata”, è il famigerato “schema Ponzi”, dal nome del suo autore e inventore Charles Ponzi, un intraprendente italo-americano che, agli inizi degli anni venti dello scorso secolo, architettò un piano per raccogliere denaro dalle persone sulla base di una promessa di alto rendimento. Il piano di Ponzi consisteva nel suggerire ai risparmiatori la sottoscrizione in un paese europeo dei diritti all’acquisto di francobolli negli Stati Uniti. La “certezza” del profitto era assicurata, in linea teorica, dalla circostanza che il costo di questi diritti, espresso in una delle monete europee, fosse basato su un tasso di cambio contro il dollaro fissato dall’Unione Postale Universale prima della Prima Guerra Mondiale e mai modificato, nonostante la forte svalutazione subìta dalle monete europee dopo il 1918.

La prospettiva di un guadagno “certo e in tempi rapidi” generò un incredibile passaparola e una vera e propria corsa alla consegna del denaro a Charles Ponzi. Le persone sedotte dalla promessa di guadagno sicuro e veloce appartenevano a tutti i ceti sociali e aumentavano esponenzialmente di giorno in giorno, arricchendo le tasche del signor Ponzi. Il successo iniziale della truffa si fondava proprio su questo: su un effetto a catena grazie al quale le somme promesse ai primi “clienti” venivano pagate con i soldi versati dai nuovi adepti. Un meccanismo che funzionò perfettamente al principio, ma che crollò rovinosamente non appena l’effetto di passa parola iniziò a scemare.

Nonostante lo schema Ponzi sia stato scoperto e studiato, nei decenni successivi varianti di questa tecnica hanno continuato a fare vittime tra i risparmiatori e ancora oggi questa tecnica è alla base della maggior parte delle frodi finanziarie, non ultima la grande truffa ideata dal broker statunitense Bernard Madoff (2008).

Come proteggere i risparmi dalle frodi finanziarie?

Come proteggere i risparmi e i risparmiatori dalle truffe? Rafforzando la percezione comune che il sistema finanziario sia basato su regole chiare, efficaci e trasparenti, strumenti di controllo potenti ed efficienti e sanzioni appropriate; ma anche diffondendo un’educazione finanziaria e rendendo le persone sempre più consapevoli ed esperte. Il sistema delle tutele diventa più forte se le persone sono in grado di partecipare attivamente alla gestione delle proprie risorse finanziarie!

 

Commenti
Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

"I miei interessi" è il blog di Conto Facto. 

In questo spazio racconteremo storie di persone che hanno creato valore mettendo i loro interessi al centro della loro vita.

Parleremo anche di attualità, di futuro, di come star bene, come migliorare la qualità della vita, come dare spazio a interessi e passioni.

Buona Lettura!

 

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web