Salta al contenuto
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Blog Blog

Millennials, i nuovi interlocutori del mercato finanziario

Millennials, i nuovi interlocutori del mercato finanziario

Chi sono i Millennials? E quali sono le loro abitudini quando si tratta di investire i risparmi? Una panoramica su questa nuova generazione di investitori digitali.

I Millennials sono una nuova generazione di giovani a cui il mondo finanziario dedica sempre maggiore attenzione. Le loro abitudini di consumo e il modo in cui investono i risparmi influenza in maniera importante il mercato globale. L’utilizzo di smartphone e Internet poi, li rende degli investitori consapevoli e desiderosi di disporre di soluzioni finanziarie pensate apposta per le loro esigenze.

Il peso dei Millennials sul mercato finanziario

Nati fra il 1980 e il 2000, i Millennials sono una generazione che, a livello economico, continua a crescere. Secondo il settimanale Forbes, infatti, questi giovani spendono quasi 600 miliardi all’anno per mangiare, viaggiare e vestirsi. Ma la loro influenza sul mercato economico non finisce qui: i 2,3 miliardi di Millennials infatti pesano quasi un terzo sui consumi giornalieri globali. Questa generazione è la prima ad essere cresciuta con in mano uno smartphone, che consente un accesso più rapido e capillare alle informazioni. Questo fattore consente ai giovani nati fra il 1980 e il 2000 di essere consumatori consapevoli, in grado di prendere decisioni mirate quando si parla di prezzo e convenienza. Secondo gli esperti del Goldman Sachs Asset Management (GSAM) i guadagni dei Millennials nel 2017 hanno superato quelli dei Baby Boomer. Di conseguenza anche la loro possibilità di spesa sarà più alta, con una previsione di aumento del 17% nei prossimi 5 anni.

Su cosa investono i risparmi i Millennials?

I Millennials sono più propensi ad investire i risparmi in viaggi e tempo libero, mentre tendono a lasciare in secondo piano spese che riguardano i beni materiali, come case o automobili. Il periodo di incertezza in cui si sono trovati a vivere rende questi giovani più attratti da investimenti a basso rischio, secondo una logica comportamentale di tipo conservativo. Nella maggior parte dei casi i Millennials hanno come orizzonte di investimento dei risparmi un periodo di tempo non superiore ai 5 anni, pur avendo presente l’incombenza sul lungo termine della pensione. Ma non solo: i giovani nati fra il 1980 e il 2000 sono anche più consapevoli delle problematiche sociali che affliggono il nostro secolo, e cercano quindi forme di investimento che abbiano ricadute a favore dell’ambiente e della società.

Internet, uno strumento importante per gli investimenti dei Millennials

L’accesso illimitato a Internet rende questi giovani più propensi ad acquistare prodotti finanziari tramite e-commerce e social network. In questo settore sono Amazon, Google, Apple, Microsoft e Facebook a giocare il ruolo più importante. Secondo uno studio condotto da Demia, il 56% dei Millennials ritiene sufficiente l’utilizzo di uno smartphone per gestire i propri risparmi. Negli USA in particolare, il 73% dei giovani di questa generazione utilizzerebbe uno dei cinque giganti della rete per investire i risparmi.

E nel mercato finanziario digitalizzato i giovani saranno sempre di più attratti dalla customization, ovvero la definizione di servizi ad hoc creati sulla base delle loro preferenze di investimento. La generazione dei Millennials deve quindi essere per il mondo della finanza un “osservato speciale”, a cui andare incontro con soluzioni e formule di investimento pensate su misura per questi giovani digitalizzati.  

Commenti
Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

"I miei interessi" è il blog di Conto Facto. 

In questo spazio racconteremo storie di persone che hanno creato valore mettendo i loro interessi al centro della loro vita.

Parleremo anche di attualità, di futuro, di come star bene, come migliorare la qualità della vita, come dare spazio a interessi e passioni.

Buona Lettura!

 

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web