Salta al contenuto
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Blog Blog

"Spinta gentile": cosa impariamo, in fatto di risparmio, dalla teoria di Richard Thaler

"Spinta gentile": cosa impariamo, in fatto di risparmio, dalla teoria di Richard Thaler

Cosa sono le “spinte gentili” in economia? A cosa servono e perché secondo l’ultimo Premio Nobel Richard Thaler sono così importanti per il benessere economico e sociale di una comunità.

Che cosa c’entra la celebre teoria dell’economista e Premio Nobel Richard Thaler, "Nudge. La spinta gentile", con la propensione delle persone al risparmio e a fare le scelte giuste per far crescere il proprio capitale?

Sappiamo bene che, oggi più che mai, il pensiero che assilla la maggior parte degli italiani è: riuscirò ad accumulare risparmi a sufficienza per assicurarmi una vecchiaia serena, per affrontare gli imprevisti della vita e per aiutare i miei figli a costruire il loro futuro? Sembra che l’utilizzo delle giuste leve a livello psicologico possano influenzare positivamente la nostra attitudine al risparmio e “spingerci”, senza che ce ne accorgiamo, a gettare le basi per costruire la nostra autonomia finanziaria. Queste leve Richard Thaler le ha chiamate “nudge”, termine inglese che tradotto significa “spinta lieve”, “gentile” appunto.

 

Esempio di Nudge: l’iscrizione automatica ai piani pensionistici individuali

Un esempio eloquente, citato dallo stesso Thaler, è l’iscrizione automatica a piani pensionistici individuali, implementata nell'ultimo decennio negli Stati Uniti. Questo programma prende il nome di SMarT, acronimo di “Save More Tomorrow” (trad. “risparmia di più domani”) e si basa su un’importante evoluzione della teoria economica classica: secondo la teoria classica gli individui prendono, di principio, decisioni razionali e riescono a bilanciare correttamente consumo e risparmio secondo il principio del miglior interesse. 

Niente di più lontano dal vero: le persone tendono ad agire in funzione di leve spesso assai poco razionali e preferiscono assicurarsi un’entrata inferiore nell'immediato che lavorare per garantirsene una più consistente nel futuro.

La teoria di Thaler e dell’economia comportamentale sostiene infatti che il peggiore nemico di un risparmiatore sia la sua stessa psicologia e senza una “spinta”, come quella effettuata dal Governo degli Stati Uniti attraverso il programma SMarT, non riuscirebbe a garantirsi una pensione. Il programma di iscrizione automatica dei lavoratori ai piani pensionistici ha prodotto ottimi risultati da quando è stato adottato.

Migliorare le proprie abitudini di risparmio grazie al nudge

Come si applica la teoria della spinta gentile alle proprie scelte di risparmio? Dobbiamo innanzitutto essere capaci di prendere distanza dal presente e iniziare a pianificare attivamente i nostri obiettivi di risparmio. La “spinta gentile” consiste nell’introdurre automatismi nel risparmio e nell'investimento che consentono di agire sul nostro domani ogni giorno, ma senza quasi che ce ne accorgiamo.

Mettere in pratica gli insegnamenti della finanza comportamentale, come quelli del nudge di Thaler, può aiutare a prendere decisioni di risparmio redditizie e a basso rischio e contribuire, al tempo stesso, alla costruzione della sicurezza finanziaria personale e collettiva.

 

Commenti
Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

"I miei interessi" è il blog di Conto Facto. 

In questo spazio racconteremo storie di persone che hanno creato valore mettendo i loro interessi al centro della loro vita.

Parleremo anche di attualità, di futuro, di come star bene, come migliorare la qualità della vita, come dare spazio a interessi e passioni.

Buona Lettura!

 

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web