Salta al contenuto
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Blog Blog

Bankitalia: famiglie e imprese chiudono il 2017 in positivo

Bankitalia: famiglie e imprese chiudono il 2017 in positivo

Secondo il bollettino stilato trimestralmente da Bankitalia, i rischi per la stabilità finanziaria derivanti dall’economia internazionale si stanno riducendo come la vulnerabilità finanziaria delle famiglie e delle imprese che continuerà a scendere con l’aumento della crescita già preventivato per l’anno 2018.

Le famiglie

Il basso livello dei tassi di interesse e l’aumento del reddito disponibile rafforzano la solidità finanziaria delle famiglie.

La ricchezza finanziaria lorda è lievemente aumentata nel primo semestre del 2017 soprattutto per effetto della rivalutazione delle attività: anche se gli investimenti in attività finanziarie sono diminuiti c’è stata una maggiore concentrazione e attenzione nei confronti degli strumenti del risparmio gestito, principalmente quote di fondi comuni, la cui espansione è stata favorita dall’avvio dei piani individuali di risparmio a lungo termine.

Il mercato immobiliare è in movimento, agevolato dai tassi d’interesse che ad oggi si mantengono su livelli molto bassi, permettendo così alle famiglie di muoversi e interessarsi a investimenti in questo contesto prediligendo prestiti a tasso fisso, tutelandosi dal rischio di futuri aumenti delle rate.

Le imprese

L’estensione della redditività tra i comparti produttivi ha notevolmente aumentato la capacità delle imprese di rimborsare i debiti e di finanziare con risorse proprie gli investimenti fissi e il capitale circolante, producendo un complessivo miglioramento della situazione finanziaria delle imprese immediatamente traducibile in un marcato aumento della capacità di rimborso dei prestiti.

Le imprese del settore delle costruzioni e quelle di minore dimensione restano finanziariamente più fragili, a causa dei livelli ancora elevati di indebitamento e dei ritardi nella ripresa delle vendite, ma la crescita del margine operativo lordo consentirà a molte aziende di chiudere in utile l’esercizio in corso: i risultati del sondaggio congiunturale condotto dalla Banca d’Italia in autunno indicano che oltre tre quarti delle imprese intervistate si aspettano di conseguire profitti nel 2017, una quota elevata rispetto al passato.

Anche nel settore bancario c’è stata una notevole diminuzione dei rischi, grazie anche alla soluzione della crisi di alcuni intermediari che durante l’estate si è riflessa in un aumento dei corsi azionari e nel calo del costo della raccolta.

Con il proseguimento della ripresa economica si sono ridotti anche i crediti deteriorati e le consistenze.

Il miglioramento delle condizioni di famiglie, imprese e banche italiane, insieme al consolidamento intrapreso dalle finanze pubbliche, non è difficile da evincere esaminando l’ultimo bollettino Bankitalia, ma l’obiettivo resta la riduzione del rapporto tra debito pubblico e prodotto che permetterebbe il rialzo dei rendimenti, che a sua volta si rifletterebbe lentamente sul costo medio del debito.

Per approfondimenti: il testo completo della pubblicazione.

Commenti
Nessun commento. Vuoi essere il primo.
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

"I miei interessi" è il blog di Conto Facto. 

In questo spazio racconteremo storie di persone che hanno creato valore mettendo i loro interessi al centro della loro vita.

Parleremo anche di attualità, di futuro, di come star bene, come migliorare la qualità della vita, come dare spazio a interessi e passioni.

Buona Lettura!

 

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web