Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Aggregatore Risorse Aggregatore Risorse
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web
Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Ti spieghiamo il Bail-in: il sistema di risoluzione delle crisi bancarie.

Dal 1 Gennaio 2016 entra in vigore una nuova normativa europea per la gestione delle crisi bancarie, per evitare che gli effetti del dissesto si propaghino sui bilanci degli Stati e quindi su tutti i cittadini.

1. Cos'è il Bail-in?
E' uno strumento di risoluzione che permette a Banca d'Italia di intervenire in caso di dissesto di un istituto bancario, garantendone la continuità operativa, al fine di salvaguardare l'interesse della collettività e indirettamente dell'intero sistema economico.

2. Perché nasce il Bail-in?
Nel recente passato abbiamo assistito in Europa a numerose crisi di istituti bancari (Dexia in Belgio, HypoAlpeAdria Bank in Austria, RBS in Gran Bretagna, ING in Olanda, etc.) risolte con l'intervento dello Stato a spese di tutti i contribuenti. La disciplina introdotta con la direttiva europea BRRD vuole rendere omogenee le normative nazionali, evitare l'acutizzarsi delle situazioni di difficoltà, coinvolgere direttamente gli azionisti e obbligazionisti degli istituti nella risoluzione delle crisi.

3. Come funziona?
In caso di crisi dell'istituto, prima dell'intervento di salvataggio pubblico, sono chiamati a intervenire con una possibile riduzione dei loro attivi, gli azionisti, gli obbligazionisti e i depositanti dei vari istituti nell'ordine appena esposto. Per i depositanti sono garantiti - e quindi esclusi dalla procedura - i primi € 100.000.

4. Da quando decorre?
La nuova normativa è entrata in vigore a partire dal 01/01/2016.

5. Come sono tutelati i Clienti di Banca Farmafactoring?
Oltre che sulla solidità del proprio Istituto, i clienti di Banca Farmafactoring possono contare sul Fondo di Garanzia di Tutela dei Depositi che garantisce una copertura fino a € 100.000 per depositante.

6. Quali indicatori ci aiutano a valutare la solidità di una banca?
Una banca oggi è ritenuta sufficientemente solida se rispetta alcuni parametri patrimoniali definiti dagli organi di controllo che devono essere comunicati con cadenza trimestrale.

7. Qual è la situazione di BancaFarmafactoring ad oggi?
L'ultima ispezione ordinaria di Banca d'Italia, condotta dal 05.02.2015 al 22.04.2015, si è conclusa con esito positivo. Questo ci pone in una posizione privilegiata nell'attuale panorama bancario italiano alquanto complesso.

I nostri Clienti quindi possono contare sulla trasparenza e sul controllo approfondito effettuato da parte dell'istituto di Vigilanza oltre che sulla solidità patrimoniale, anche sulla struttura organizzativa e sui sistemi di controllo adottati.